Il tasso medio di preferenza espresso dagli elettori emiliano-romagnoli alle ultime regionali è stato pari al 13,5%.

Ben al di sopra di questa soglia la coalizione di centrosinistra col 17,2%, ben al di sotto il centrodestra col 10,4. Consistente il gap tra le prime due liste: il Pd arriva al 15,9%, la Lega si ferma all’8,7.

I candidati pentastellati confermano la loro scarsa capacità di mobilitazione facendo registrare al Movimento un tasso di preferenza pari al 5,2%.


Related Posts